lunedì 17 gennaio 2011

Del duro lavoro del blogger...


No, tranquilli, non mi lamenterò anchio di quanta sia dura la vita del blogger di professione, di quanto sia stancante passare da un albergo 5 stelle pagato all'altro, dovendosi portare dietro valigie e valigie di costosissimi abiti e borse firmati.
No, tranquilli, non mi lamenterò perchè non è vero nulla. La vita del blogger, di quello serio che "lavora" non è nulla di tutto questo. E' fatta di piacevoli articoli mattutini davanti al caffè, di orari flessibili e tanta libertà, ma non solo. E' fatta di sacrifici, di corse dietro a un treno che non è mai in orario, di piedi gonfi dopo un'intera giornata in piedi catapultati da un posto all'altro, di foto venute male che non sai come recuperare, di articoli alle 3 di notte, di mal di spalle, di idee che non vengono quando dovrebbero, o che affollano la mente nei momenti più sbagliati.

Domani (salvo ricadute di influenza) parto per Berlino, per recensire in diretta il Bread&Butter. Ci voglio andare io, è un viaggio fuori budget, e me lo pagherò con i soldi miei. Così come mi sono pagata il treno per Firenze. Lo faccio per passione, perchè ci credo, perchè sono soddisfazioni che mi sono guadagnata e meritata. Perchè credo (e qualche piccola prova già l'ho avuta) che il mio lavoro, alla lunga, varrà più di un' autoscatto.
E non lo dico per farmi compatire o (ancora peggio) per farmi dire quanto sono brava. Lo dico solamente per ridare un po' di dignità e di "normalità" ad una figura che troppo spesso a causa di pochi, famosi esempi, è additata a sinonimo di privilegio, antipatia e favoritismo immeritato.
A sabato :)
(Image by Angeline Melin)

7 commenti:

bussola ha detto...

dai ti auguro un buon viaggio.... aspetterò di leggere la tua recensione

Karenina82 ha detto...

Le potrai leggere in "semi-diretta" qui: http://www.waitfashion.com

Arianna ha detto...

Sono contenta che tu riesca a partire, vuol dire che state meglio :)
buon viaggio, aspetto con ansia il tuo ritorno. che un po' mi mancherai!

L'erika ha detto...

Ho visto uno speciale su tg2dossier, che ti giuro, avrei preso a testate i due blogger (di cui una... beh, immagino tu sappia di chi parlo).
Il punto è: c'è gente che si merita un lavoro spesso piacevole, e c'è chi farebbe più bella figura ad andare a lavorare in miniera.
Ma oh, son cose.

Marco (Cannibal Kid) ha detto...

viva i blogger e viva chi fa questo lavoro con una passione sconosciuta a tutti i finti giornalisti che invece vediamo in tv (quasi tutte) e su alcuni giornali

Mirtilla ha detto...

Io a Berlino ci andrò il 4 e non vedo l'ora. Per il resto, sulla vita del blogger, nulla da dire.
A parer mio molti che hanno fatto fortuna non lo meritavano e tanti che meriterebbero millemila visitatori al giorno non li hanno...
Ma vabbè.
-.-

Cupcakes ha detto...

Io sono ancora in attesa che qualcuno mi offra borse Scianel per recensirle sul mio blog molto fescion.