mercoledì 27 ottobre 2010

Kings + Queens


La brutta stagione (brutta per chi?) è finalmente arrivata. Pavia è bellissima in questi giorni. Mi capita spesso di fermarmi e desiderare di avere già la mia Canon nella borsa per fissare un istante, un colore. La pioggia soprattutto. Voglio imparate a fotografare la pioggia.

Lavorativamente sono giorni frenetici ma bellissimi. Ci sono progetti, idee che si sta pensando seriamente di realizzare. Sogni. Ed è facile attaccarsi al mac e sollevare la testa ore ed ore dopo, senza nemmeno accorgersene. L'esame è ancora lontano, il viaggio a Copenaghen (abbiamo scelto) rimandato quando almeno quell'impegno sarà archiviato. Intanto procedo lentamente con la tesi (e mi spiace non potermici dedicare più attivamente, perchè mi appassiona davvero), bevo un sacco di birra, leggo ("Mangia, prega, ama"), e non mi separo mai dal mio fedelissimo iPod. Anche con il libro in mano è sempre lì (o meglio qui), una presenza costante e rassicurante, una vera terapia dell'umore.
Ultimamente alterno Jonsi (=buonumore), i Sigur Ros (=bisogno di tranquillità) e i cari vecchi 30 Seconds to Mars (=bisogno di libertà, sfogo di energia, sia positiva che negativa). Niente bocche storte, li seguo da quando Jared Leto aveva i capelli lunghi e i muscoli gonfi di Efestione, ho 28 anni, non sono una bimbaminkia e faccio quel che mi pare.

Piuttosto ascoltate Kings + Queens, guardate anche il video. Non vi viene voglia di prendere la bici e correre nel vento? A me sì, sempre, mi libera il corpo e alleggerisce la mente. Che altro posso dirvi? Guardatevelo.

6 commenti:

Anonimo ha detto...

"ho 28 anni, non sono una bimbaminkia e faccio quello che mi pare": il top! mi fai cominciare bene la giornata!Carol

sospesanelviola ha detto...

infatti è lì nell'ipod da mesi...bellissima!!!io l'accosterei anche a un bel tramonto sul mare :)

Isabella ha detto...

ti sta piacendo il libro poi? :)

Karenina82 ha detto...

Come avevi previsto la parte indiana procede più lentamente di quella italiana, ma mi piace!

Ginger ha detto...

Oddio Efestione *o*!!!!!!

Gea ha detto...

Nonostante Pavia sia irremediabilmente legata ai giorni del mio esame di stato, l'ho sempre trovata magica, a partire dai paesaggi "timburtiani" che si vedevano arrivando in treno. Penso ancora alla pasticceria all'inizio del corso... i dolci più buoni e belli mai assaggiati!

PS. nessuno penserebbe mai che sei una bimbaminkia!