domenica 20 giugno 2010

Adesso ricordo...

Adesso ricordo perchè decisi di allontanarmi dalla blogosfera.
Il poco tempo a disposizione prima di tutto. Ma ovviamente, se si vuole davvero, il tempo si trova. Sempre. Un certo virare di tutti i blog che seguivo (a parte pochissime preziose eccezioni) verso il monotema "fashion", che sicuramente non è il mio principale interesse, ha fatto sicuramente la sua parte. Ad un certo punto ho quasi avuto l'impressione che o mi omologavo e cominciavo a farmi foto, o nessuno sarebbe più venuto a leggermi.
La cosa che però, più di altre, ha sicuramente influito è un'altra. Come ho scritto prima su Twitter, quello che non capisco è se la gente fa le cose per se stessa, o per farsi fotografare mentre le fa per sbatterlo in faccia agli altri... Non lo capivo prima e non lo capisco (o preferisco far finta di non capirlo) ora. Un blog è solo un modo per mettersi in mostra? Per far vedere al mondo quanto siamo belle? Quanto è favolosa la nostra vita? Quanto siamo fashion? Quanto successo abbiamo? Quante meravigliose cose facciamo? Per essere davvero soddisfatti di un lavoro è necessario sbatterlo in faccia al mondo intero su un blog? Per essere davvero felici di aver acquistato una borsa firmata è necessario farne 50 foto per farla vedere bene a tutti? Ad un certo punto sono arrivata a pensare che sì, un blog è solo questo. E me ne sono andata disgustata.

Poi però ho cominciato ad usare molto Twitter. E lì alcune persone mi hanno fatto ricordare quanto fosse piacevole scrivere ed avere un posto dove farlo. Persone che se mylifeinpink non fosse esistito non avrei mai avuto l'occasione di conoscere...
E allora fanculo. Non vedrete mai i miei outfit, non vi tedierò con lunghi post di shopping e foto posate per farmi dire che sono bella. Non ho bisogno che nessuno (almeno online) lo faccia. Non vi farò sapere ogni mio singolo spostamento, di successi e insuccessi ce ne saranno, è ovvio, ma ne avrete appena il sentore. Non mi comprerò una reflex e non comincerò a fare valanghe di foto. Perchè non ho bisogno di mettermi su un piedistallo e farmi guardare per sapere chi sono, di far vedere quello che faccio per avere il reale sentore di quello che valgo.

Di che cosa parlerò allora? Se vi ponete questa domanda forse è meglio che ci salutiamo immediatamente. Per tutti gli altri, I'm back!

8 commenti:

Lucilla ha detto...

allora bentornata :-)

Isabella ha detto...

Ho un blog e ci scrivo quello che mi passa per la testa. Credo che valga cosi per il resto dei blogger. Forse nella testa di tali blogger (senza fare nomi tanto abbaim capito tutti) passa solo abbinamenti scarpe/gonna, aperitivi e l'imperativo di fare quante piu foto di viaggi fatti col culo (permettimi) giusto per far vedere che loro viaggiano ( e chissà perchè poi tutte a NY, Montecarlo, LA. Esiston anche altri posti eh!).
Vorrei poter dire a queste ragazzine di Godersi il momento perchè quando entrarete ( se ci entrerete) nel mondo del lavoro tutto questo tempo per viaggiare e scrivere boiate sul blog non le avrete più. E soprattutto godetevi i soldi dei vostri genitori. Prima o poi avrete un vostro stipendio e spendere 1000 euro per una borsa ogni mese sarà un sogno.

Ad ogni modo, evviva twitter. Seguo molte persone che ammiro, mi divertono, riesco a scambiar battute opinioni, e ho anche trovato l'amore.

Metto fine al mio commento con un bel
BENTORNATA LISA.
a me sei mancata.

Rita ha detto...

Bè il mio blog è pieno di post deprimenti semplicemente perchè scrivo lì tutto ciò che a parole è difficile da esprimere. Bè si non lo segue nessuno, ma l' importanza è che quando scrivo ciò che sento sto meglio.

Arianna ha detto...

Beh, insomma, sarà il tipo di blog che adoro leggere. Ma lo era già prima, comunque. Come ti dissi in altri commenti, è sempre stato (tu lo sei) una spanna sopra.

Arianna ha detto...

Dimenticavo: la nuova grafica è stupenda :)

Karenina82 ha detto...

Quasi mi commuovo dai...
Grazie a tutte!

Chiara ha detto...

Un applauso a questo post :)

Dany ha detto...

Mille, un milione di applausi a questo post !!!
Odio, tremendamete ODIO quei blog, tra l'altro, sono fatti a fotocopia come loro stesse quando le vedi in giro, sarà anche questo uno degli effetti della globalizzazione..che palle!
Invece il tuo blog l'ho sempre trovato originale e piacevole da leggere, proprio perchè c'è qualcosa da leggere!
Manco da un po' dalla blogsfera proprio a causa del lavoro che mi ha praticamente risucchiato!
Ma torno con piacere a leggerti.