giovedì 28 luglio 2011

I capture the castle


Non so proprio da dove cominciare... Forse dovrei parlare della mia prossima convivenza? Del lavoro? Si potrei, ma sono troppe, davvero troppe le cose che, per pigrizia o per mancanza di tempo non ho scritto su queste pagine.
Pagine...
Come quelle del diario di Cassandra.


Ho appena terminato la lettura di un libro magico. Semplice, senza troppe pretese, ma pieno di quell'atmosfera che spesso i romanzi più famosi e blasonati possono solo sognarsi.
"I Capture the Castle" (tradotto nella versione italiana in uno stomachevole "Ho un castello nel cuore") è un romanzo fondamentalmente d'amore. C'è una lei, anzi, due. C'è un lui, anzi tre. C'è la campagna inglese, ed un castello in rovina a fare da sfondo all'intrecciarsi di batticuori e lacrime. E ci sono i libri e le parole. Quelle che Cassandra nasconde nel suo diario, e quelle che il padre scrittore non riesce più a scrivere.

Circa 400 pagine volate via, lasciando posto a quella sensazione dolceamara che hai sempre quando finisce qualcosa che, lo sai, ricorderai per sempre.

4 commenti:

Arianna ha detto...

Mi avevi già convinta ieri sera, direi che ora non ho più dubbi :)

Karenina82 ha detto...

Dovrebbero darmi una percentuale :)

iaia ha detto...

Ho provato a cercarlo prima delle vacanze -dato che ne parlavate così bene tu e la isa- ma non l'ho trovato.
Anzi, l'avevo trovato ma non nell'edizione con la copertina con le silhouette, e io volevo fortissimamente quello :)

Selene ha detto...

Grazie per lo spunto! :)